Campagna di informazione e sensibilizzazione sul rischio amianto



E' dall'inizio degli anni '90 che nel settore edilizio non si fa più uso di amianto, ma non dobbiamo scordarci che di questo materiale se nè è fatto un uso massivo per oltre 40 anni, a partire dallla ricostruzione post-bellica, passando per tutto il periodo del boom economico, interessando la maggior parte dell'edilizia attualmente esistente.
I recenti provvedimenti per rilanciare l’edilizia nel privato, anche attraverso il SUPER BONUS 110%, stanno facendo incrementare gli interventi sul patrimonio edile esistente, ed in particolare su quella fetta di patrimonio realizzata proprio negli anni di utilizzo di questo pericoloso minerale. Così aumenta notevolmente le probabilità per imprese e lavoratori di imbattersi nell’amianto ancora presente.
L'incremento di attività nel settore edile sta inoltre determinando l'avvicinamento al settore di nuova manodopera e di nuove imprese, che si affacciano per la prima volta nel settore delle costruzioni, imprese e lavoratori in molti casi non ancora bene informati e consapevoli sui rischi connessi e sui comportamenti da assumere al rinvenimento dell’amianto.
Per questi motivi gli organismi paritetici hanno deciso di intensificare il proprio impegno, attraverso gli enti bilaterali della sicurezza e della formazione, CPT e Scuole Edili nel territorio, con una specifica campagna, al fine di trasmettere informazioni chiare e di facile interpretazione, sui rischi derivanti dalla presenza dell’amianto.

Quindi:

OCCHIO ALL'AMIANTO!!!

Per maggiori informazioni dai un occhiata al sito: www.occhioallamianto.it

Scarica il materiale informativo e divulgalo nel tuo cantiere:



— Allegati scaricabili


  Volantino

  Informati